Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Virginia Woolf a Charing Cross Road

Qualche giorno fa a Londra, ho trovato l'oggetto più incredibile che io possa scovare. In vetrina in Charing Cross Roads, la via che era delle librerie, c'era una copia pubblicata dalla Hogarth Press di A Writer's Diary di Virginia Woolf. Chi legge questo blog sa che Virginia Woolf per me è come una casa o un'onda o una giornata bella, o anche brutta, è come la verità che ti tocca, insomma, lei per me è una cosa vera e sono rimasta lì incantata a guardare questo libro che conosco così bene. Sul marciapiede, con la faccia sul vetro. Virginia Woolf ha tenuto un diario dal gennaio del 1915 alla sua morte, nel marzo del 1941. La sua intera vita personale e professionale è stata documentata dalle sue parole, a volte rapide e semplici annotazioni, altre riflessioni o descrizioni più ricche. Per circa mezz'ora dopo il tè, si dedicava a riempire le pagine che aveva fatto rilegare appositamente per esercitarsi nella scrittura, registrare i suoi pensieri e lasciare dei messa

Ultimi post

Una lettera di Katherine Mansfield. Di passeggiate e di scale.

Colpirne Uno Ritratto di famiglia con brigate rosse, di Mario Di Vito

Bottino di guerra

Il tempo delle tartarughe di Francesca Scotti

Podcast di informazione

Classe 1922

TT box: Sorprese di libri e tè

Bright Lights: il gruppo di lettura della Biblioteca del Centro Studi Americani

Libro del Sangue di Matteo Trevisani

Letture sull'Afghanistan