Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

L'arte di legare le persone, una lettera

Gentile Dott. Milone, non scrivo spesso ad autori vivi, mi sembra una gamba tesa, un gomito alto, tanto che di solito mi sento invadente anche coi morti. Ho deciso di farlo in un primo momento sulla scorta della sicurezza della sua accoglienza, poi al grido chissenefrega mica gli scrivo davvero, è solo il mio blog. Ho comprato  L'arte di legare le persone pensando che il tema fosse quella capacità magica di alcuni di trattenere a sé altri essere umani. Probabilmente desideravo che il libro parlasse di questo, chi lo sa.  E invece. Letto più volte, una dietro l'altra, a volte sono stata ferma su quei passi in cui descrive il modo di parlare, di appoggiare le mani, i rumori delle persone, ognuna col suo motore a usare il passato, il presente o il futuro, stare zitta e non muovere nemmeno l'aria, farsi tradire da un suono o non fare altro che escludere il silenzio, portarsi una mano al petto o toccarsi la testa. Ho fotografato delle frasi e le ho mandate su WhatsApp a mia cugi

Ultimi post

Raccolte di racconti #1

Rizzoli, Dagrada e i desideri sconosciuti (libro che cerchi, copertina che trovi)

Piccola città di Vanessa Roghi

I primi titoli del 2021

Buon Natale signor Andersen

Il giorno del refuso

Minuti d'arte e ore a casa

Buon compleanno signor Vonnegut

Ristoràti: gruppo di lettura online

Heathcliff e Piton: l'amore che tutto distrugge e che tutto protegge