giovedì 20 ottobre 2016

Non solo Cazalet per il piego d libri #8





Come spesso capita Fazi editore arriva in casa mia con un generoso pacco per il quale ringrazio sempre, questa volta al suo interno un libro che aspettavo di leggere e una novità da conoscere.

Titolo: Confusione
Autore: Elizabeth Jane Howard
Traduzione: Manuela Francescon 
Editore: Fazi
Anno: 2016
Prezzo: 18,50 euro

Terza puntata della saga dei Cazalet, Confusione, con una copertina in crescendo di bellezza dal primo volume. L'ho già letto perché quando arrivano i Cazalet non resisto, e dato che vorrei dedicare un unico post ai primi tre volumi, quelli già usciti appunto, non è qui che mi dilungherò troppo. Jane Elizabeth Howard è una grande scrittrice, avvolgente, capace di dire con delicatezza cose spietate, di nascondere le spine tra fiori bellissimi e quella dei Cazalet è una saga familiare che attraversa il novecento e ci porta dalla storia personale alla storia universale, lasciando il lettore rapito e trasognato. La policroma dei personaggi è regina e le figure femminili sono spesso ispiranti. Insomma per chi non abbia ancora iniziato a tuffarsi nei Cazalet che vada tranquillo in libreria per aprirsi a un fine settimana di lettura meravigliosa.


Titolo: Lo schiavista
Autore: Paul Beatty
Traduzione: Silvia Castoldi
Editore: Fazi
Anno: 2016
Prezzo: 18,50 euro

La seconda proposta che ho ricevuto da Fazi è un libro americano di cui si sta parlando sul web. 
Lo schiavista di Paul Beatty, titolo entrato nella short list del Man Booker Prize e già vincitore del National Book Critics Circle Award 2015. Per quei lettori che ritengono alcuni riconoscimenti una garanzia di qualità, direi che questo romanzo è ben accreditato. In tempi di campagna presidenziale USA, la questione della razza è un problema mai risolto e mai sopito, qui si affronta l'America che fa del colore una distinzione, un elemento notabile. Un romanzo attuale, impegnato e che pone domande al proprio Paese e al lettore. Ho lett sul web lodi alla traduzione di Silvia Castoldi, con curiosità l'ho messo sul mio comodino dove attende di essere letto, ma non credo aspetterà molto.


Nessun commento:

Posta un commento