Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Poesia americana e poesia negra (Studia, Laura!)

Appartengo a una sola categoria ritenuta debole: sono una donna. Per il resto sono nata in occidente, in una famiglia senza difficoltà, acculturata, in una cittadina del centro Italia, ho studiato fino al massimo grado, sono autonoma. Tutto questo mi rende limitata nella comprensione profonda di cosa sia la sopraffazione di nascita, la condanna a priori, l'armatevi e partire per sopravvivere. Anche perché per comprendere non credo basti commuoversi o opporsi per quanto sinceramente, ma bisogna sentire e bisogna essere. Bisogna provare sulla propria pelle, proprio quella pelle che è terreno di battaglia e condanna.  La storia delle sottomissioni, dei pregiudizi e della supremazia è vecchia e resistente, anche oggi e nonostante l'esistenza in diritto di principi meravigliosi che comportano altrettanto meravigliose libertà, il principio di legalità, della proporzione tra l'offesa e la difesa, il giusto processo, l'istituto dell'abuso di potere, i diritti inviolabili …

Ultimi post

I quaderni fandango. Scrittura creativa.

Le calende. La newsletter che arriva con la luna nuova.

Dare è un #antivirus

La responsabilità, i libri, la quarantena

Vinco o mi annullo

Per chi suona la chitarra di Eric Clapton

27 gennaio: per i sommersi, dai salvati

Il 2020 e i libri di guarigione

Le Munizioni di Bompiani

Shakespeare and Company compie cento anni