giovedì 11 settembre 2014

Ritorno dal passato "Pomi d'ottone e manici di scopa".

Pomi d'ottone e manici di scopa. Mary Norton.
Salani.
La mia copia.
All'asilo, sarà stato il 1983, un giorno ho visto "Pomi d'ottone e manici di scopa" il film Disney, quello con la signora in giallo e il papà di Mary Poppins e i bimbi e il leone cartone animato e il letto volante. Per molti anni è stato il mio film preferito, qualche settimana fa ho trovato il dvd al supermercato, l'ho comprato per mio figlio è piaciuto tantissimo anche a lui, soprattutto quando il letto è in fondo al mare e i bimbi sono immersi tra i pesci cartoni animati.
Oggi in libreria scopro che Salani (grazie Salani!) ha ripubblicato il libro e mi capita tra le mani con la sua copertina bellissima, il lettone volante e un pomo d'ottone illuminato. Confesso: non ho mai letto il libro. Confesso ancora: non lo avevo nemmeno mai cercato e forse nemmeno sapevo che il film non fosse un film, ma un libro e oggi limito un po' la mia ignoranza e lo compro.
Emozione, non solo non sono più all'asilo a guardare un film mezzo cartone animato, sono in libreria a comprare il libro del film e forse mi piacerà di più, ma, se mi piacerà, a Natale lo regalo a mio nipote che avrà otto anni e magari piano piano se lo legge. Il libro è composto da due parti, capirò se sono due racconti o se nasce per essere unico, devo ancora studiare e sono curiosa.
Salani ha molte capacità magiche, merito di Harry Potter e dell'incanto fidelio, della riedizione per i quindici anni e poi Gl'istrici che è una collana di meraviglie e di certe copertine che sono davvero incantate.
Ah, dato fondamentale per quasi ogni favola che si rispetti, il letto vola sopra Londra e a Londra si sa ci capita Peter Pan, ci abitano i Darling e Crudelia Demon, gli spazzacamini ballano sui tetti e Mary Poppins vive sulle nuvole, ma questa volta è il 1940 e ci sono le bombe tedesche e i bimbi devono scappare, si rifugiano in campagna e, mentre il mondo va a fuoco, scoprono la magia.






1 commento:

  1. bellissima sintesi finale, quando tutto sembra bruciare bisogna scoprire qualcosa di magico per non lasciarsi andare, od almeno di sognante.
    La nostra forza potenziale è lì dove si annida la nostra potenziale debolezza, nella mente.
    Ottaviano

    RispondiElimina