sabato 21 gennaio 2017

La saggezza di Stoner.


La saggezza di Stoner. A cura di Barbara Carnevali
Fai editore. La mia copia.
Stoner di John Williams, pubblicato da Fazi editore, è diventato in poco tempo un romanzo di culto in Italia, ma ha dovuto aspettare circa mezzo secolo dalla sua prima uscita. Lo avevo letto e ne avevo parlato nel 2013, agli albori di questo blog, e oggi ci torno su, perché in autunno è uscita una raccolta di commenti e saggi proprio a questo strano libro.
Nel 1963, anno d'uscita, Stoner non fa grandi regali al suo autore, seppure qua e là la critica riconosce la grandezza dello scrivere dell'ordinarietà della vita, cinquant'anni dopo lo rende uno scrittore noto a tutti. Perché?
Questo piccolo volume di Fazi a cura di Barbara Carnevali raccoglie alcuni commenti a Stoner che ci aiutano a riflettere e comprendere la nostra lettura. Cosa ci ha fatto superare le prime pagine, forse un po' freddine, per scoprire poi la quotidianità di un professore universitario che conduce un'esistenza tanto normale quanto la nostra?
Che sia proprio l'identificazione? Che sia il bisogno di leggere di realtà oltre che di fantasia? 
Cosa spinge i lettori di tutto il mondo a scoprire un libro, quasi per la prima volta, cinquant'anni dopo la sua uscita?
La raccolta arriva a suggerire la possibilità di indagare la società, quasi una ricerca antropologica, attraverso la lente delle opere d'arte, dunque anche della letteratura e del riscontro che ha, tanto più in casi eclatanti come quello di Stoner. 
Con i progetti legati a questo blog incontro molti lettori, alcuni diventano amici, di altri conoscere preferenze e vedo il loro modificarsi. Negli ultimi due anni ho fisicamente conosciuto persone diversissime nei gusti letterari che improvvisamente convergono su alcuni titoli e uno di questi, uno di quei libri condivisi da tutti, è stato proprio Stoner. Una sola persona mi ha detto mi sono annoiata non succedeva niente. Una sola, su diverse decine. Ed è soltanto la mia esperienza.
Quando lessi Stoner, fui colpita dalla sua vita professionale, ne conosco bene l'ambiente, e quando l'Unione Europea ha proposto La notte bianca dei ricercatori, ho subito pensato a un laboratorio di lettura su Stoner, la vita del campus, i contrasti coi colleghi, la carriera che scorre o si blocca magari anche non per meriti. Nell'immaginario più diffuso l'accademico americano indossa giacche di velluto, vince premi Nobel, ha grandi montature scure e capelli arruffati, conosce il segreto della vita e ci sembra più giovane dei suoi studenti, non Stoner, che sotto agli occhiali ha una storia fatta di molte insicurezze e della più consueta normalità.
La raccolta curata da Barbara Carnevali è un veicolo per conoscere un grande romanzo e la sua storia. Il romanzo perfetto, scrive qualcuno.

Titolo: La saggezza di Stoner
Cura: Barbara Carnevali 
Editore: Fazi editore
Anno: 2016
Prezzo: 16,00 Euro 

Nessun commento:

Posta un commento