giovedì 12 gennaio 2017

Non avere paura dei libri. Christian Mascheroni


Non avere para dei libri. Christian Mascheroni.
Hacca. La mia copia.

Ho una passione per Più libri.
Perché è a Roma. Perché è al Palazzo dei Congressi che si specchia nel Palazzo della Civiltà e lo guarda illuminarsi di sera. 
Perché è stata la prima fiera dove sono andata.
Perché c'è solo la piccola e media editoria, quella che in libreria si incontra un po' meno. Decisamente meno.
Negli ultimi tre anni ho visitato Più libri col progetto #BlogNotes, quella mia idea di raccontare ciò che succede e di farlo attraverso una rete di book blogger che intervistano gli editori, i lettori, sfogliano, raccontano e si agitano per i corridoi e agli incontri.
Proprio in questo mio condurmi attraverso le cronache e le passioni ci sono tappe che non tralascio, e una di questa è lo stand delle Edizioni Hacca, con le copertine bianche, i titoli colorati profilati di nero con cornici decò, il logo della casa editrice in basso al centro della copertina, le immagini a colori, che però per qualche motivo non rendono le copertine colorate, libri riconoscibili, libri di Hacca. 
Allo stand incontro Francesca Chiappa, l'editrice, ci abbracciamo come due italiane l'estero e in fondo siamo due marchigiane a Roma, e iniziamo a parlare. Francesca ha il tono più calmo e suadente del mondo e racconta come è diventata editrice, il suo progetto le collane, i libri che è orgogliosa di aver pubblicato. Ogni tanto ci interrompiamo perché i lettori chiamano, chiedono, sono curiosi e l'editrice fa il suo lavoro, illustra il suo catalogo e io intanto prendo appunti su Twitter, finché non inizia a parlare di Non avere paura dei libri di Christian Mascheroni. Non ne avevo mai sentito nulla, ma lei racconta e racconta e racconta di un figlio educato alla lettura dalla madre, madre che non c'è più, ma che permane in quel monte di libri che lui porta con sé nella vita e che diventano la voce e i ricordi della sua infanzia, e così inizia un viaggio nel tempo, nella letteratura, nell'amore filiale e materno, nei personaggi, dentro i lettori.
Quel lettore prende in mano il libro, lo gira, lo sfoglia, non può far altro che sceglierlo e aggiunge anche un altro titolo. Riprendiamo a chiacchierare e io dico che voglio quel libro, quello lì della madre e del figlio legati dai libri, quello lì di cui stava parlando, perché sembrava proprio speciale e lei mi dice vedrai come ti commuoverà.
Ho letto il libro e davvero non me la sento di recensirlo, non ancora, ma lascio qui l'email che ho scritto a Francesca appena iniziata la lettura:



Titolo:Non avere paura dei libri
Autore: Christian Mascheroni
Editore: Hacca 
Anno: 2013
Prezzo: 14,00 Euro 

Nessun commento:

Posta un commento