giovedì 21 gennaio 2016

Il libro dei personaggi letterari. Fabio Stassi


Il libro dei personaggi letterari. Fabio Stassi.
minimum fax. La mia copia. 

Bello bello bello!
Per chi ha un blog letterario, fonda e coordina gruppi di lettura, regala libri e li racconta, la possibilità del contagio letterario è un credo. Per me, almeno, è così. Il tè tostato, dove parlo da lettore ai lettori e spero soprattutto ai non lettori, e l'impegno nella diffusione e nella condivisione dei libri, mi rendono un'entusiasta del "Libro dei personaggi letterari" di Fabio Stassi per minimum fax. 
Il lavoro racchiuso in questo libro è un viaggio nel tempo, nelle storie e ancor di più nell'anima del tempo e delle storie raccontate in ogni scheda, il biglietto di via sono i personaggi, che tracciano il percorso di una sorta di album dal secondo dopoguerra a oggi. Si inizia con Francesco Ingravallo da "Quel pasticciaccio brutto de via Merulana" di Carlo Emilio Gadda del 1946, e si arriva a a Turambo da "Gli angeli muoiono delle nostre ferite" di Yasmina Khadra del 2013, in mezzo tutto il mondo vero e immaginato della letteratura.
Un'opera poderosa e forse schiacciante per chiunque voglia intraprenderla, una guida per chi poi potrà sfogliarla, ed è così che mi sono trovata faccia a faccia con la mia ignoranza, i miei limiti, i miei inaspettati exploit, la mia formazione scolastica e molto del mio futuro di lettrice, e, forse, anche col passato da lettore di Fabio Stassi.
Il libro si compone di schede che raccontano il personaggio principale dei romanzi di riferimento, l'ordine è cronologico e le descrizioni molto sentimentali, per questo mi sembra che la raccolta sembra quasi una finestra sullo Stassi lettore, e in qualche modo lo dicono tutte le avvertenze, prefazioni, dichiarazioni di intenti, ambientazioni logistiche e intime che precedono questa inarrivabile collezione di umanità e fantasia. Le poche pagine di illustrazione del libro sono intime e confidenziali, al livello che viene da chiedersi quanto siano romanzate e quanto reali, ma l'opera che le succede sostiene la verità di quelle dichiarazioni, perché tutto quell'amore espresso verso la letteratura, e verso la lettura, sono il puntello, necessario, per riprendere il lavoro della rassegna di personaggi che fu di Gesualdo Bufalino, e da cui Fabio Stassi parte.
Un libro come questo è come la palla magica che si scuote per avere una risposta sul futuro, qui basta aprire a caso per scoprire una vita possibile, un romanzo, un autore e soprattutto il loro personaggio.
I lettori potrebbero innamorarsi di un nome o della sua descrizione e così andare in libreria o in biblioteca, prendere il romanzo, leggerlo, fare un'orecchia alla pagina di riferimento e andare avanti per una nuova avventura, il non lettore potrebbe sfogliarlo pigramente, trovare un nome curioso o divertente, magari quello del protagonista di un film, scoprire che era nato in un libro e chissà volerlo leggere. 
Per me sarà una miniera di facce e penne da indagare, letture da proporre, libri di cui parlare, e indovinelli da fare, ed ecco la prima deriva del libro: #ilgiocodeipersonaggi:
Se leggo soltanto la scheda, tu caro lettore, indovini di cosa si parla?
10 punti per il personaggio (il libro è incentrato su quelli)
5 punti per l'autore (facile)
7 punti per il titolo esatto (a volte insidioso)
8 punti per l'anno (difficile).

Gli appuntamenti di gioco saranno online su questo blog appena definiti.
Pronti, giocare, via!

Titolo: Il libro dei personaggi letterari.
Autore: Fabio Stassi
Editore: minimum fax
Anno: 2015
Prezzo: 20,00 euro

Nessun commento:

Posta un commento