martedì 31 maggio 2016

Woolf, Plath e Pavese: tre diari alla Grande invasione





Anche quest'anno torna @TwoReaders alla Grande invasione, questa volta con tre appuntamenti dedicati a tre generi letterari: diari, autobiografie ed epistolari. Ognuno sarà a sua volta declinato in tre voci e, in chiusura, l'ultima raccolta di lettere darà l'avvio alla nuova lettura del gruppo su Twitter. 
L'incontro del tre giugno vedrà protagoniste tre voci potentissime, tre storie diverse, tre vissuti dalle caratteristiche peculiari e qualche similitudine oltre alla scelta di non vivere più: leggeremo passi dai diari di Virginia Woolf, Sylvia Palth e Cesare Pavese. Tre opere che diventano letterarie anche per la mano che le stende, tre miniere di particolari e sentimenti, il modo per entrare nei pensieri e nell'intimità di autori, che improvvisamente diventano persone. Abitudini, amici, gusti e quotidiano, paure da superare, terrori insormontabili, momenti di leggerezza, di scoperta e di lavoro, la famiglia, l'amore e i viaggi. Sceglieremo dei passi emblematici da condividere, cercheremo di avvicinarci al sentire di questi tre grandi scrittori e di conoscerli meglio, per celebrarli e nella speranza di incuriosire qualche lettore ad approfondire, oltre le opere, la sensibilità di tre persone ricche di talento, umanità, amore e dolore.
"Diario di una scrittrice" è un estratto dei diari di Virginia Woolf in cui si fotografa la sua vita letteraria, la genesi e la creazione dei romanzi, il ritmo di scrittura, il ruolo del diario, le preoccupazioni per la critica, gli incontri. Un racconto svolto dal 1918 al 1941, anno della sua morte. L'opera, uscita prima come minimum classics per minimum fax, ora è pubblicata da beat, racconta l'autrice Virginia Woolf, attraverso le sue stesse parole, mescolando l'ideazione e la stesura dei romanzi con la vita quotidiana, le preoccupazioni personali, il proprio stato di salute, l'intimità dei pensieri e la seconda guerra mondiale, della quale non vide la fine. 
I "Diari" di Sylvia Plath pubblicati da Adelphi sono anche questi un estratto di un'intera opera cronologica che l'autrice inizia bambina e porta avanti fino alla morte. Sylvia Plath era principalmente poetessa e leggere una sua opera narrativa, per quanto particolare, consente di ascoltare un altro tono, scoprire un nuovo passo della lingua e entrare meglio nelle circostanze concrete della sua vita, che hanno contribuito alle sue creazioni poetiche. La voce che Sylvia Plath cercava è in parte contenuta in questo suo resoconto di fatti e sentimenti.
"Il mestiere di vivere" di Cesare Pavese, ovviamente pubblicato da Einaudi, è una raccolta di appunti e frammenti dal 1935 al 1950 che insieme alla vita dell'autore attraversa quella di un paese, il nostro, che passa per una dittatura, una guerra mondiale e la ricostruzione, un percorso che come gli altri due si conclude con l'abbandono e la fine del dolore trovata nella morte.
Letture e condivisione di tre opere poderose, paragonabili alla stessa produzione canonica dei tre autori di riferimento, diventano un momento di conoscenza e contatto della vita interiore di tre persone irripetibili.


Libro: Diario di una scrittrice 
Autore: Virginia Woolf 
Traduttore: Giuliana De Carlo
Editore: Beat
Anno: 2011
Prezzo: 9,00 €

Libro: Diari
Autore: Sylvia Plath
Traduttore: Simona Fefè 
Editore: Adelphi 
Anno: 1998
Prezzo: 14,00 €

Libro: Il mestiere di vivere
Autore: Cesare Pavese
Editore: Einaudi
Anno: 2000
Prezzo: 13,00 €

1 commento: