mercoledì 6 novembre 2013

Perchè la vita non va subita...

"Il primo libro non bisognerebbe mai averlo scritto, dice Calvino. È vero. Uno si domanda se doveva essere necessariamente quello o se non avrebbe potuto essere invece un altro. Così fatalmente ogni primo libro diventa una "falsa partenza", che però ti condiziona, perché gli altri libri che verranno in seguito, anche se li contraddicono, non potranno prescinderne".
 
 
Raffaele La Capria
"Novant'anni d'impazienza
Un'autobiografia letteraria"

2 commenti:

  1. mammia mia quanta filosofia in così poche righe!!!!

    RispondiElimina
  2. C'è chi questo lo definisce come uno dei tormenti d'autore come talora si abbina alla paralizzante sensazione che per creare qualcosa deve rinunciare alle tante cose che sente ma non crea..
    o è un piccolo inconscio escamotage d'autore?
    Enzo

    RispondiElimina