giovedì 16 maggio 2013

La mia anima è ovunque tu sia. Aldo Cazzullo

La mia copia
E' un libro uscito nel 2012, l'ho letto a gennaio.
Un giallo ambientato ad Alba ai giorni nostri, ma Alba non prescinde dalla sua storia recente.
C'è l'industria, la ricchezza, le famiglie cresciute sulle macerie della guerra. Ci sono i ricordi mai sopiti che vivono di dolore e il Piemonte delle Langhe, i suoi uomini e le sue donne.
Un ispettore indaga su una morte misteriosa e nulla ovviamente è come sembra. O forse si.
Una storia di persone segnate, che non dimenticano nemmeno credendo di averlo fatto.
Di ragazzi che in montagna e sul finire della guerra vivevano passioni di idee e di cuore.
Di vecchi che come sono andate le cose lo sanno da sessant'anni.
Uno scrittore che sa di Fenoglio, un prete, partigiani giovani e poi reduci che hanno fatto la resistenza, i loro figli, la loro vita dopo Alba, ma sempre ad Alba.
Tre piani temporali per un racconto unico ben costruito, con la forza delle narrazioni di vita vera o comunque svolte all'interno della Storia.
C'è soltanto l'intervento di una donna investigatore che non ho ben compreso e che non m'è piaciuto, il finale è chiaro nei fatti, ma non nei sentimenti, lascia spazio. Almeno questa la mia impressione.
L'edizione è Mondadori e la copertina molto riferita al racconto.

3 commenti:

  1. A parte la particolare bellezza della foto in copertina,ho apprezzato alcuni passi di delicata ed intensa espressività.. forse nel titolo e nella copertina stanno le chiavi di lettura del libro..un amore, un'amicizia, odio personale scaturito non solo dalla guerra ma anche dall'intensità dei primi due sentimenti e da un ideale di vita preso con mistica dedizione.
    Qualche zoppia. Augusto Maria

    RispondiElimina
  2. Certi avvenimenti possono avere un impatto non soltanto intenso ma assolutamente particolare in alcuni di noi, così da imprigionarci per tutta la vita, costringendoci sempre nel passato, che come dice W.Allen non è mai finito.
    Bino

    RispondiElimina
  3. Sempre " così è se vi pare"... è la mia anima che ti segue o tu l'hai presa, rapita ???
    Anacleto

    RispondiElimina